Vai a sottomenu e altri contenuti

Replica dichiarazioni articolo Unione Sarda

Numero: 0 Data: 11/08/2019 Categoria: Comunicati stampa

Leggiamo oggi sulla stampa affermazioni allarmistiche di presunti danni ambientali nel nostro territorio, non supportate da dati oggettivi. Come quanto riportato in una notizia comparsa sulla pagina locale dell'Unione Sarda dal titolo ''Ilbono. Il depuratore va in tilt, liquami fognari nel fiume''. E ieri su un servizio di Videolina.

Sorprende quanto dichiarato dal Sindaco di Ilbono ''fanghi attivi stanno finendo sul fiume e poi nelle nostre belle spiagge del Lido di Orrì'', o come scritto da chi firma l'articolo ''un fiume di liquami fognari si dirige verso le acque del lido Orrì''. Affermazioni che allo stato non sembrerebbero supportate dalle necessarie analisi tecnico-scientifiche.

Al di là del fatto che l'impianto di depurazione non funzioni adeguatamente, appare alquanto improbabile - data la distanza tra i due paesi, la carenza d'acqua in un periodo di siccità come questa e la foce del fiume in secca, - che i liquami possano arrivare nel nostro mare.

Non ci risultano, inoltre, dai dati disponibili, riscontri in tali affermazioni che purtroppo creano un gravissimo danno di immagine in piena stagione turistica, che se costretti siamo pronti anche a tutelare nelle sedi opportune.

Dichiarazioni che sembrerebbero forse dettate più da esigenze per risolvere problematiche col gestore Abbanoa su finanziamenti destinati al depuratore di Ilbono, che al contempo però potrebbero creare allarmismi a discapito dei comuni limitrofi. Chiediamo quindi un'immediata rettifica da parte del giornale e una nota di chiarimento dal comune di Ilbono.

Al fine di chiarire tale situazione, ci troviamo ora obbligati anche a richiedere l'intervento delle autorità competenti (Arpas, Abbanoa, Assl, Capitaneria).

La nostra comunità - già costretta ad affrontare seri problemi legati al recente incendio e da una crisi che colpisce l'intero comparto turistico-, non può e non deve fare conti anche con falsi allarmismi sulla stampa in piena stagione.

Il Sindaco Massimo Cannas

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto