Sito istituzionale Comune di Tortolì Comune di Tortoli Comune di Tortoli
Dettaglio articolo

08/08/2012

TORTOLÌ. Il titolare: «Felice di non poter andare in ferie finché c'è il lavoro»

Ecco i carrelli scacciacrisi

La B Metal ha l'esclusiva in Sardegna e 180 operai

Due fratelli per forgiare carrelli giganti che fanno risplendere una piccola azienda nel buio dell'area industriale di Tortolì. Luciano e Adriano Balloi sono dei carpentieri fuori misura, nel senso che i frutti della loro azienda, la B Metal di via Lungomare, nell'area industriale di Arbatax, comune di Tortolì, sforna dei prodotti extralarge: carrelli lunghi dodici metri che servono a trasportare pesi fino a seicento tonnellate. ECCELLENZA REGIONALE In Sardegna non hanno rivali, la loro ditta e la tipologia dei prodotti sono uniche in tutta l'isola. L'altra rarità sta nel numero di buste paga che garantiscono a fine mese: alle loro dipendenze hanno centottanta operai, alcuni specializzati e altri meno, e alla crisi rispondono con il lavoro. «Noi lavoriamo da sempre e nel 1999 abbiamo aperto la B Metal». Luciano Balloi quest'anno non andrà in vacanza. «Le ferie si fanno quando non c'è lavoro. Noi abbiamo la fortuna di averlo e lavoriamo più che si può. Grazie a una commessa per Saipem abbiamo potuto assumere molte persone. Purtroppo sono contratti a tempo determinato, ma è sempre meglio di niente». SALDATORI CERCASI Il rammarico di prendere con sé dipendenti che hanno già una data di scadenza nel foglio d'assunzione, non è l'unico. «In un momento di crisi come questo, potrà sembrare assurdo, ma assumere degli operai specializzati non è facile. Noi abbiamo bisogno di saldatori e trovarli è un'impresa eccezionale». CORSI PROFESSIONALI L'impresa eccezionale non è facile da portare a compimento. Nell'area industriale del centro ogliastrino sono molte le aziende che lamentano la carenza di operai saldatori. «Molti arrivano da fuori», continua Balloi. Intanto un corso regionale non si è ancora concluso, ma sette dei ragazzi che si stanno specializzando nel settore hanno già trovato lavoro. «Li ho assunti io». Mariella Careddu

Fonte: L'Unione Sarda

STAMPA ARTICOLO