Sito istituzionale Comune di Tortolì Comune di Tortoli Comune di Tortoli
Dettaglio articolo

09/02/2018

TORTOLÌ. L'amministrazione interviene nel rebus trasporto pubblico

Taxi, lievitano le licenze: «Più servizi per i turisti»

Secondo i dati in possesso agli amministratori comunali a Tortolì transitano ogni giorno 25 mila persone. Cifre che raddoppiano durante l'estate. I numeri hanno suggerito all'esecutivo Cannas di allargare il volume delle licenze taxi e noleggio con conducente. Le presenze in aumento nella scorsa stagione turistica devono aver incoraggiato l'ente a potenziare il trasporto pubblico, sebbene attualmente risultino in attività due licenze per servizio taxi e nove per quello ncc con veicoli fino a nove posti. In un quadro dove le due più grosse infrastrutture funzionano a velocità di lumaca (porto) o sono addirittura chiuse (aeroporto), con possibilità di apertura imminente ridotte al lumicino. LA NOVITÀ Il 22 ottobre 1999 la giunta di Franco Ladu aveva istituito quattro licenze per l'esercizio del servizio taxi e undici riservate agli ncc con nove posti. Diciannove anni dopo i numeri degli operatori in servizio sono pressoché invariati. Nel corso dell'ultima seduta, su proposta degli assessorati al Commercio e ai Trasporti, l'amministrazione del sindaco Massimo Cannas ha gettato le basi per estendere le licenze nello spirito di rinnovata vocazione turistica del territorio. L'atto d'indirizzo dà mandato al comando di polizia locale di predisporre gli atti necessari ad avviare la procedura a evidenza pubblica per l'assegnazione di una licenza taxi e una di noleggio ncc fino a nove posti. L'ASSESSORE Ai turisti affamati di servizi l'assessorato ai Trasporti risponde potenziando i servizi di mobilità su gomma. «Abbiamo accolto la crescente richiesta da parte dell'utenza, soprattutto turisti che scelgono di trascorrere le vacanze a Tortolì», spiega l'assessore Vargiu. Dal 1999 a oggi quattro operatori hanno restituito le rispettive licenze. «Il regolamento ci consente di concederne delle altre e l'iniziativa - aggiunge l'esponente dell'esecutivo - va oltre l'aspetto commerciale perché è anche un'opportunità di lavoro». NERVI SCOPERTI Benché il Comune abbia incrementato il numero di licenze taxi e ncc restano importanti carenze infrastrutturali che soffocano lo sviluppo. I mali affiorano soprattutto d'estate quando migliaia di vacanzieri affollano le strutture ricettive. In attesa dei lavori in porto, dove non è mai stato affisso un cartello con i contatti telefonici dei taxi, e delle decisioni del Consorzio sull'aeroporto è in bilico anche il Trenino verde. Il presidente dell'Arst Chicco Porcu, parla di sperimentare per un mese la tratta estiva Tortolì-Arbatax. Roberto Secci

Fonte: L'Unione Sarda

STAMPA ARTICOLO