Sito istituzionale Comune di Tortolì Comune di Tortoli Comune di Tortoli
Dettaglio articolo

09/02/2018

Il sindaco: «Puc, lavoriamo alle varianti»

Tortolì, Cannas ribatte alle accuse dell’opposizione: «L’iter sta andando avanti in modo regolare»

di Lamberto Cugudda. TORTOLÌ «L’iter del Piano urbanistico comunale, sta proseguendo con le procedure per arrivare ad una variante per quanto riguarda le Zone C di espansione residenziale. Da mesi si sta portando avanti un lavoro con gli uffici di piano regionali e il suo comitato scientifico attraverso studi di dettaglio, secondo quanto richiesto dalla Regione». Pensieri e parole firmate Massimo Cannas, sindaco di Tortolì-Arbatax, che in questo modo intende fare chiarezza rispetto a quanto comparso sui media nell’ultimo periodo rispetto al massimo strumento urbanistico della cittadina. Il Comune sta lavorando per dare risposte alla Regione, rispetto alle Zone C (di espansione) previste nel Piano urbanistico comunale che pubblicò sul Buras (Bollettino ufficiale della Regione Sardegna) il 28 maggio 2015. Ma che poi venne “rimandato” due volte dalla Regione. Che dopo avere presentato, con l’assessorato regionale agli Enti locali, ricorso al Tar della Sardegna, il 4 febbraio 2016 si vide dare ragione sulle Zone C (di espansione, ovvero residenziali), che chiedeva venissero revisionate, soprattutto in relazione al consumo del suolo. Il primo cittadino, senza citarlo, ribatte comunque anche alle accuse di qualche giorno fa, lanciate dal consigliere comunale di opposizione, Paolo Stochino. «Si ricorda – precisa il capo dell’esecutivo comunale di centrodestra, in carica dal giugno di quattro anni fa – che il Piano urbanistico comunale è in vigore e valido per tutto l’impianto: rapporti con il Pai, Zone F (turistiche), Zone G (servizi), Zone H (salvaguardia e fasce di rispetto), Zone E (agricole), Zone A (centro storico), Zone D (industriale, artigianale, commerciale) Regolamento edilizio (Re), Norme tecniche di attuazione (Nta), difetti di zonizzazione e cartografica, Patrimonio storico culturale diffuso, calcolo urbanistico degli standard, Zone archeologiche e architettoniche». Il sindaco Cannas fa anche rilevare un altro passaggio che ritiene molto importante. «Secondo quanto stabilito dal Tar, – sottolinea con forza – il Puc di Tortolì, è vigente e dunque applicabile e vincolante sia per l’amministrazione che per cittadini, che hanno pertanto acquisito dei diritti. In particolare, sulle Zone C di espansione, è in corso un importante confronto politico-tecnico con la Regione atto a tutelare (per quanto possibile) il perimetro dei comparti secondo l'impianto originario del Piano, anche prevedendo meccanismi perequativi». E conclude: «L’iter, si chiarisce, sta andando naturalmente avanti, e non appena vi saranno novità decisive, il sindaco provvederà a darne ampia informazione ai cittadini attraverso comunicazioni ufficiali».

Fonte: La Nuova Sardegna

STAMPA ARTICOLO