Vai a sottomenu e altri contenuti

Coronavirus: decalogo del Ministero della Salute nelle attività pubbliche e private aperte al pubblico

Numero: 18 Data: 02/03/2020 Categoria: Comunicati stampa

Facendo seguito all'ultima ordinanza (numero 3 del 27 febbraio 2020) emessa dal presidente della Regione Christian Solinas comunichiamo di seguito le nuove misure di prevenzione contro la diffusione del nuovo Coronavirus. Le attività pubbliche e private devono esporre la locandina del Ministero della Salute con il decalogo dei comportamenti corretti da adottare per limitare la diffusione del virus. In particolare:

  • Le scuole di ogni ordine e grado, le università, gli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni devono esporre presso gli ambienti aperti al pubblico ovvero di maggiore affollamento e transito le informazioni sulle misure di prevenzione rese note dal Ministero della salute (scaricabile in allegato).
  • Nelle pubbliche amministrazioni e, in particolare, nelle aree di accesso a strutture del Servizio sanitario, nonché in tutti i locali aperti al pubblico, devono essere messe a disposizione degli addetti, nonché degli utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani.

Per consultare integralmente l'ordinanza collegarsi a questo link

CORONAVIRUS

Sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

I Coronavirus sono stati identificati a metà degli anni '60 e sono noti per infettare l'uomo ed alcuni animali (inclusi uccelli e mammiferi).

Nel 2019 a Wuhan, Cina, è stato identificato un nuovo coronavirus, chiamato 'Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2' ‐ SARS‐CoV‐2 ‐ precedentemente chiamato 2019‐nCoV. La malattia provocata dal nuovo Coronavirus ha il nome di COVID‐19.

Misure di prevenzione


• Lavarsi le mani di frequente e in modo accurato con acqua e sapone per almeno 60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%).

• Mantenere almeno un metro di distanza dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o se hanno la febbre.

• Evitare di toccarsi gli occhi, naso e bocca con le mani se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie se si è viaggiato di recente in zone a rischio o se si è stati in stretto contatto con una persona ritornata da zone a rischio e affetta da malattia respiratoria.

Definizione di caso sospetto

Si definisce caso sospetto una persona che soddisfa il criterio clinico e almeno uno dei criteri epidemiologici:

Criterio clinico


Una persona con infezione respiratoria acuta (insorgenza improvvisa di almeno uno dei seguenti sintomi: febbre, tosse, dispnea) che ha richiesto o meno il ricovero in ospedale.

Criteri epidemiologici


Nei 14 giorni precedenti l'insorgenza della sintomatologia, la persona ha soddisfatto almeno una delle seguenti condizioni:
• viaggi o residenza in Cina
• ha soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall'OMS, ovvero nei Comuni italiani ove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus o ha avuto un contatto stretto con un caso probabile o confermato di infezione da COVID‐19;
oppure
• ha lavorato o ha frequentato una struttura sanitaria dove sono stati ricoverati pazienti con infezione da COVID‐19

Chiunque abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, ovvero nei Comuni italiani dove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus o avuto contatti stretti con casi positivi confermati di COVID‐19

NON DEVE RECARSI
al pronto soccorso o altra struttura sanitaria
dal proprio medico di medicina generale/pediatra
dal medico di continuità assistenzial

DEVE CONTATTARE TELEFONICAMENTE

Il proprio medico di medicina generale/pediatra/medico
di continuità assistenziale
Il numero dedicato 333 6144123 ‐ ATS Sardegna
Il Dipartimento di prevenzione
Il 118

Maggiori informazioni sul sito della Regione Sardegna al seguente link

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Ordinanza 3 del 27 febbraio 2020 Formato pdf 1099 kb
decalogo Formato pdf 216 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Protezione Civile
Indirizzo: Via Garibaldi 1 08048 - Tortolì (NU)
Telefono: 0782600754  
Fax: -
Email:
Email certificata: protocollo@pec.comuneditortoli.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto