Vai a sottomenu e altri contenuti

'Femminicidio. Diritto ad esserci', Tortolì risponde con grande partecipazione all'evento di sensibilizzazione al fenomeno della violenza di genere

Data: 16/09/2019
'Femminicidio. Diritto ad esserci', Tortolì risponde con grande partecipazione all'evento di sensibilizzazione al fenomeno della violenza di genere

La suggestiva cornice dell'Ex Blocchiera Falchi ha fatto fatica a contenere sabato sera il nutrito pubblico presente all'evento ''Femminicidio. Diritto ad esserci'', organizzato dal Centro Antiviolenza Tortolì presieduto da Anna Lisa Lai, in collaborazione con l'avvocata Maria Grazia Capra, col patrocinio del comune e dell'Unione dei comuni del nord Ogliastra.

Una serata ricca di momenti di riflessione, toccanti le bellissime voci femminili del coro Sant'Anna, la chitarra di Egidiana Carta, le letture dei casi di femminicidio - purtroppo ben noti dalle cronache quotidiane, ma anche del recente passato come il massacro del Circeo -, che hanno tenuto inchiodati alla sedia i presenti. A riflettere, su un fenomeno che non conosce differenze sociali o culturali: le vittime e i loro aggressori appartengono a tutte le classi e ceti economici. La violenza di genere è endemica: nei paesi industrializzati come quelli in via di sviluppo. Le violenze avvengono per mano di un marito, di un fidanzato, di un ex, dentro le mura di casa.

Diciannove sagome, ognuna con una storia da ricordare, quello che è accaduto e che accade. Una donna alla quale è stato negato il diritto ad esserci. Dei bambini che hanno perso la loro madre, spesso assistendo alle violenze e ancora peggio al femminicidio.

L'evento, come ha sottolineato Anna Lisa Lai presidente del centro antiviolenza di Tortolì e presidente della commissione regionale pari opportunità ''oltre che riflettere sul tema della violenza di genere, ha fortemente voluto tenere vivo il ricordo delle Donne alle quali è stata negata la possibilità di vivere un presente progettando il proprio futuro.''

Presenti il Sindaco e gli Amministratori Comunali, il Procuratore di Lanusei Biagio Mazzeo, il consigliere regionale Salvatore Corrias e il Presidente dell'Unione dei Comuni Nord Ogliastra Gianluca Congiu. Da tutti è stata sottolineata l'indispensabilità di un lavoro che vada in un'ottica di prevenzione per arginare il preoccupante fenomeno e l'importanza di un progetto condiviso. Come il protocollo d'intesa firmato proprio lo scorso anno a Tortolì per promuovere strategie finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere, che vede in campo centro antiviolenza, enti pubblici e le forze dell'ordine. Una rete a supporto delle vittime.

Il Sindaco Cannas a nome della comunità ringrazia ancora una volta il Centro Antiviolenza e la sua Presidente Anna Lisa Lai per l'opera di sensibilizzazione al tema attraverso costanti iniziative e per il lavoro di tutte le collaboratrici che rendono possibile l'attività che offre un prezioso e indispensabile sostegno alle donne vittime di violenza in tutta l'Ogliastra.

Un ringraziamento al Procuratore Mazzeo e a tutte le forze dell'ordine costantemente impegnate nella lotta alla violenza di genere. Un grazie a tutte le donne che si sono alternate sul palco prestando la voce a chi purtroppo non c'è più, al coro femminile Sant'Anna e alla cantante Egidiana Carta che con le loro bellissime voci ci hanno regalato momenti di profonda riflessione.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto