Vai a sottomenu e altri contenuti

IV Novembre Giornata della Forze Armate e dell'Unità Nazionale, Tortolì ricorda i suoi Caduti

Numero: 86 Data: 04/11/2019 Categoria: Comunicati stampa

Oggi, lunedì 4 novembre, nella giornata delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale, Tortolì ha ricordato i suoi Caduti, e tutte le vittime dei conflitti mondiali. Un'importante occasione per ricordare ed educare le future generazioni alla pace, e rendere omaggio a coloro che hanno speso la vita affinché oggi si possa vivere in un mondo libero e democratico.

La cerimonia ha avuto inizio con l'incontro nel palazzo comunale di via Garibaldi, dell'amministrazione comunale e le autorità militari e religiose, le associazioni dei combattenti e di volontariato, i reduci di guerra e le famiglie, le scuole con i dirigenti scolastici e gli alunni dell'istituto Comprensivo I e II di Tortolì.

Il corteo si è spostato nella cattedrale di Sant'Andrea dove è stata celebrata la santa Messa dai parroci Don Piergiorgio Pisu, Don Piero Crobeddu e Don Evangelista Tolu, cantata dal coro Sant'Andrea. La giornata commemorativa è proseguita presso il monumento ai Caduti a Tortolì e ad Arbatax, dove sono state benedette le lapidi degli eroi caduti e depositate le corone.

Momento particolarmente commovente, quando sono stati pronunciati uno per uno in appello al loro ricordo, i nomi delle vittime tortoliesi dei due conflitti mondiali e la testimonianza di un reduce, il poeta tortoliese Gabriele Comida. A Cala Genovesi, ad Arbatax, è stata deposta la corona in onore delle tredici vittime del tragico bombardamento dell'aprile 1943.

Durante la celebrazione è stata sottolineata l'importanza del 4 Novembre, una giornata di riflessione per costruire un futuro basato sulla pace e sul rispetto dei popoli. E quanto sia dovere istituzionale trasmettere questi valori fondamentali alle generazioni future rinnovando l'onore alla memoria degli eroi strappati alla loro comunità dalla crudeltà della guerra, e ricordato i conflitti presenti attualmente in molte parti del mondo e il continuo impegno e sacrificio delle forze armate.

Il sindaco Cannas in chiusura ha colto l'occasione per ringraziare le forze dell'ordine e tutte le autorità militari presenti, le associazioni dei reduci ed ex combattenti dell'arma, i reduci e le famiglie dei caduti; I dipendenti comunali che hanno lavorato per rendere possibile la manifestazione: gli agenti della polizia municipale, il servizio svolto dai ragazzi del Servizio Civile, e in particolare di Alessandro Cireddu, che anche quest'anno ha contribuito ad orchestrare la giornata commemorativa. Un ringraziamento al trombettista Antonio Tangianu che ha suonato durante la cerimonia le Note del Silenzio.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Comunicato Stampa 86/2019 Formato pdf 428 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto